Intervista a Sureeyapon Sri-ampai in arte MENOEVIL


3666

Benvenuto su Words Social Forum, Sureeyapon Sri-ampai!

Welcome Words Social Forum, Sureeyapon Sri-ampai!

Parlaci di te, presentati ai lettori di WSF.

Ciao. Mi chiamo Sureeyapon Sri-ampai (Bangkok, Thailandia 1976) Sono un artista visivo specializzato in fotografia d’arte. Ho iniziato a fare fotografia quando avevo 15 anni e nel 1994, ho deciso di studiare fotografia e prendendo il B.F.A (fotografia) presso l’Università Rangsit. Ho tenuto diverse mostre dal 1996 ad oggi. Incluse mostre come singolo, mostra collettive e come artista ospite. E mi son ripromesso di dedicare la mia vita alla fotografia.

Tell us about yourself, presented to the WSF readers.

Hello. My names Sureeyapon Sri-ampai (b. Bangkok, Thailand 1976) I’m a visual artist specialized in fine art photography. I started out doing photography when I was 15. In 1994, I decided to study in photography and received B.F.A (photography) degree from Rangsit University, and held several exhibitions during 1996 to present. Included solo works / group exhibition / guest artist. And promising myself to devote my life to photography.

Continua a leggere

Intervista a Marisa Maestre


Marisa Maestre nació en Madrid en 1977, un artista gráfica-plástica-digital.
Palabras de bienvenida del Words Social Forum, Marisa!

Marisa Maestre nasce a Madrid nel 1977, artista digitale.
Benvenuta su Words Social Forum, Marisa!

Se me rompe el corezon

Se me rompe el corezon

Quando e come hai cominciato a vederti artista, Marisa? ¿Cuándo y cómo empezaste a ver artista, Marisa?

Pues el momento exacto no sabría ubicarlo. Siempre he estado pintando desde que era muy pequeña, era de las pocas cosas que me tranquilizaban. Cuando cogía un lápiz y unos rotuladores no existía niña. Después cuando tenía 16 años me aficioné a la acuarela y al realismo. Aunque sólo me duró unos 5 años porque después descubrí el collage y ya me atrapó para siempre.

Il momento esatto non saprei ubicarlo. Dipingo da quando ero bambina, era tra le poche cose che mi tranquillizzavano. Quando prendevo in mano una matita o qualche pennarello, la bambina non esisteva più. Dopo, verso i 16 anni mi dedicai all’acquerello e al realismo. Ma questa passione mi durò solo 5 anni fino a quando scoprii il collage che mi prese per sempre.

El ayer

El ayer

Presentati ai lettori di WSF. Preséntese a los lectores de la WSF.

Soy una artista gráfica-plástica-digital, apasionada del collage. Qué disfruta componiendo historias a base del ensamblado de fragmentos de recortes de periódico, tipografía, hilo de coser, acuarela y elementos reciclados. Mejor ver en http://www.marisamaestre.com

Sono un’artista grafica-plastica-digitale, appassionata del collage, Mi piace comporre storie assemblando frammenti di ritagli di riviste, tipografici, filo per cucire, acquerelli ed elementi riciclati. Potete vedere meglio qui http://www.marisamaestre.com

Genero

Genero

Cosa senti mentre lavori ad un’opera? ¿Qué siente como usted trabaja para trabajar?

Para mi es una especie de liberación mental. Es mi meditación particular. Creo que no hay nada más autentico que lo que expresa a través del arte, porque es lo que sale del inconsciente.

Per me è come una specie di liberazione mentale. E’ meditazione particolare. Credo che non c’è niente di più autentico in quello che si esprime attraverso l’arte, perché è quello che arriva dall’inconscio.

Genero II

Genero II

Ritieni che sia una tua forma di scrittura? ¿Crees que es una forma de su escritura?

Yo creo que la expresión artística es la escritura del alma. Para mi no existe otra forma mejor de expresar lo que tengo en el interior, en el subconsciente.

Io credo che l’espressione artistica sia la scrittura dell’anima. Per me non esiste altra forma migliore per esprimere quello che ho nell’interiore, nel subconscio.

Marcela y Elisa

Marcela y Elisa

Che cos’è per te l’ispirazione? ¿Cuál es la inspiración para usted?

Me inspiro en casi cualquier cosa. Depende de en el momento artístico en el que me encuentre. Ahora mismo me inspiran mucho las fotografias antiguas de familia y las cosas en las que se puede vislumbrar el paso del tiempo, la decadencia.

Mi ispira qualunque cosa. Dipende dal momento artistico nel quale mi trovo. Ora stesso mi ispirano molto le fotografie antiche di famiglia e le cose da dove si può scorgereil cammino del tempo, la decadenza.

Infieles

Infieles

Che cos’è l’arte? ¿Qué es el arte?

El lenguaje del alma.

Il linguaggio dell’anima.

Mirando a Saturno

Mirando a Saturno

 

Mama

Mama

 

Papa

Papa

Quali artisti hanno maggiormente influenzato il tuo modo di fare arte? ¿Qué artistas han influido en su forma de hacer arte?

A mi siempre me han inspirado mucho los surrealistas y más en concreto Magritte y Max Ernst. Recuerdo muchísimo una exposición que vi en Madrid de los collage de Max Ernst “une semaine de bonté” quedé maravillada.

Mi hanno ispirato sempre i surrealisti e, più in concreto, Magritte e Max Ernst. Ricordo una mostra che vidi a Madrid di collage di Ernst: “una settimana di bontà”, e rimasi meravigliata.

Ardieron Mis Pensamientos

Ardieron Mis Pensamientos

Puoi anticiparci qualcosa sui tuoi progetti futuri? ¿Puede decirnos algo acerca de sus planes para el futuro?

Pues ahora mismo estoy preparando una exposición que se inaugura el 3 de septiembre en el CEART. Os dejo un avance de alguna de las obras que van en la exposición “Tendiendo Historias”. Espero que sea un éxito.

In questo periodo sto preparando una mostra che si innaugura il 3 settembre nel CEART. Vi lascio un anticipo di alcune delle opere che vanno nella esposizione “Tendiendo Historias”. Spero sia un successo!

WEB SITE: http://www.marisamaestre.com/

Traduzione di Sebastiano A. Patanè Ferro

Barbara Bezina e la sua arte introspettiva


Giovane artista argentina con l´arte nel sangue che si esprime prima con la pittura e in seguito con l´arte visiva e digitale.
I suoi lavori sono sofisticati, surreali, sensuali, geometrici e astratti, dal linguaggio fresco e dinamico.

Siamo lieti di ospitarla su WSF: Benvenuta Barbara!

Aknia Akebeb

Aknia Akebeb

How did your passion for art? And especially for the visual/digital?

I came with this. I was always drawing, since I can remember. It was a way to connect with me, and with other things … I was very shy, very quiet and silent, very serious and I was always in my world. Generally I was always lonely. When I was bigger, painting at night was the best thing ever for me, I no longer felt a freak, and I felt accompanied and in love with life, time disappeared and was free.

6 years ago I discovered photography, along with it came the digital art, almost together. I always easy to learn to use programs, I feel comfortable there. Yet, it fascinates me traditional, draw and paint a lot and I like to experiment with different materials and media, .. I also feel part of nature and I like to live surrounded by animals and plants and far from civilization. Photoshop is what allows me to put together and mix all these things in the best way and I really love what I do. Isn’t only passion, I feel that is pure love.

Come nasce la passione per l’arte? E soprattutto per quella visuale/digitale?

Ci sono nata! Praticamente ho sempre disegnato, fin da quando ne ho memoria. Era un modo per entrare in connessione con me stessa e non solo… Sono sempre stata timida, pacata e di poche parole, seria e quasi appartata in un mondo tutto mio. Stavo molto da sola. Crescendo ho iniziato a dipingere di notte e ho scoperto un mondo nuovo dove ero innamorata della vita e il tempo scompariva: ero libera.

Sei anni fa ho scoperto la fotografia e poi l´arte digitale, quasi contemporaneamente. Imparo facilmente a usare programmi nuovi, mi sento a mio agio nel farlo. Da un lato mi affascinano i metodi di pittura e disegno tradizionali, dall´altro amo sperimentare nuovi mezzi e materiali. Sento di appartenere alla natura e adoro vivere circondata da animali e piante, lontana dal caos cittadino, Photoshop mi fa unire tutte queste cose nel miglior modo possibile e mi piace moltissimo. Non si tratta di un semplice interesse, credo si tratti di puro amore.

Au

Au

Which artists have influenced your way of creating?

I never studied art, and I was never in artistic moves. Art was always something intimate, introspective and lonely for me. It had nothing to do with the outside world.

Quali artisti hanno influenzato il tuo lavoro?

Non ho mai studiato arte e non ho mai fatto parte di gruppi artistici. Per me l´arte e´ sempre stata qualcosa di molto intimo, introspettivo e solitario. Non ha mai avuto nulla a che vedere con il mondo esterno.

El secreto (tesoro) azul

El secreto (tesoro) azul

What is photography to you?

Its to put 100% attention to what you’re photographing or viewing.

I like photographing animals and plants and I love portraits.

Photography is also a fundamental part of digital art. There appear self-portraits, for a matter of ease and speed are the first choice when I want new photos for new digital art. I never liked that people take pictures of me, it even today bothers me a little. But take pictures myself, its very interesting to me and I am very open experiencing it. Also, there are many works in which the photographed is my sister, in some a friend, my niece, Bruno … I have never photographed a stranger.

Cosa rappresenta per te la fotografia?

Significa concentrarti totalmente su quanto stai fotografando o osservando. Adoro fotografare animali e piante cosi come i ritratti.

La fotografia svolge un ruolo fondamentale anche nell´arte digitale. Gli autoritratti –per questioni di facilità e velocità – sono la mia prima scelta quando lavoro con nuove foto. Non ho mai amato essere fotografata, mi secca tutt´ora. Ma fotografare me stessa è davvero interessante per me e amo sperimentare. Spesso poi fotografo mia sorella, amici, mio nipote, Bruno… Non ho mai fotografato estranei.

Hechizada

Hechizada

II

II

Your expressive world is very dark and dream. Tell us about.

I honestly dont know if it’s dark, at least I can’t see that. In other words, there are dark things but there is also light; there is uneasiness but also calm; fear, but also love, .. I think we must learn to see the beauty and love even in the dark, because we are too dark and fearful and monstrous and suffering and horrible … I’m always open and exploring. And although I can scare a little, I always choose to immerse myself in the unknown and deep worlds … And I always want to make art, it’s like I can’t stop, I finish a work and I’m with another work and another … And lately, I’m with 3 or 4 works at a time, and all very different from each other.

Il tuo mondo espressivo è cupo e onirico. Ci puoi spiegare meglio?

Sinceramente non so se è cupo o quantomeno non me ne rendo conto. Ci sono elementi scuri ma anche molta luce. C’è irrequietezza ma anche calma; paura ma anche amore. Credo che dobbiamo imparare a vedere bellezza e amore anche nell’oscurità perché´ siamo troppo oscuri e pieni di paure e mostruosi e sofferenti e orribili… Sono sempre molto aperta a sperimentare. E sebbene possa incutere timore, scelgo sempre di immergermi nell´ignoto e in profondità´. Voglio sempre produrre opere artistiche. E´ come se non riuscissi a smettere: finisco un lavoro e ne inizio un altro… E alla fine finisco per lavorare a 3 0 4 opere contemporaneamente e tutte diverse fra loro.

Infinidad

Infinidad

How is your work?

Deep, disturbing, colorful, raw, soft, penetrating, feminine, a bit masculine, spiritual, hypnotic, visionary, mystical, elemental, mysterious…

Come descriveresti il tuo lavoro?

Profondo, inquietante, colorato, delicato, crudo, lievemente mascolino, spirituale, ipnotico, visionario, mistico, elementare, misterioso…

Who is Barbara Bezina?

A being infinite and eternal, incarnate in a human body.

Chi è Barbara Bezina?

Una creatura infinita ed eterna incarnatasi in un corpo umano.

Llegando a aguas claras

Llegando a aguas claras

Lucerna

Lucerna

How do you see the art scene in these days?

Before I thought that I was interested in the art world, and wanted to be informed and participate in many exhibitions and sell works and be recognized, etc., etc.,
A few years ago when I woke up, I realized what I really wanted, so everything that I let go completely. I have no idea what the art scene … I do not read magazines or newspapers or watch television …
If someone writes me about a project or for an interview, I’m honest with my feelings at the time, and I respond accordingly. However, I must say I was no longer interested in those things, and maybe this is the last interview I accept make.

Cosa ne pensi dello scenario artistico attuale?

Prima pensavo di essere interessata al mondo dell´arte, a partecipare a mostre e vendere opere diventando famosa. Alcuni anni fa mi sono resa conto che quello che voglio davvero: non conosco la scena artistica attuale, non leggo riviste o giornali e non guardo la tv.
Se qualcuno mi scrive in merito ad un progetto o per una intervista, seguo l´intuizione del momento e mi comporto di conseguenza. Tuttavia devo dire che non mi interessano più queste cose. Probabilmente questa sara´ la mia ultima intervista.

Purpurea

Purpurea

Siempre estoy a salvo

Siempre estoy a salvo

Do you anticipate some future event or project?

I don’t plan anything so I don’t know what I’ll do tomorrow. I like to live in the present and do what comes naturally.

Ci puoi anticipare qualcosa dei tuoi progetti futuri?

Non pianifico niente e quindi non ho idea di cosa farò domani. Mi piace vivere il presente e fare ciò che sento.

All images and materials are copyright protected and are the property of Barbara Bezina
WEB SITE: https://barbarabezina.wordpress.com/
Fan Page: https://www.facebook.com/barbarabezinaart

Traduzione di MariaGrazia Patania

Intervista ad Aunia Kahn – Interview with Aunia Kahn


Suter ed Verb

Sutered Verb

Non è per niente facile riuscire in poche righe introdurre l’arte di Aunia Kahn. Artista che ama sfidare le opinioni, autodidatta in continua crescita sia nell’arte pittorica che in quella fotografica.
Benvenuta su Words Social Forum, Aunia!

It’s not easy to succeed in a few lines to introduce the art of Aunia Kahn. Artist who loves to challenge the views, self-taught growing both in painting and in the camera. Welcome Words of Social Forum, Aunia!

Come inizia la storia artistica di Aunia Kahn?

Ero tremendamente creativa, come la maggior parte dei bambini, e la creatività è stata parte integrante dei miei anni di formazione, ma avevo abbandonato l’idea che la creatività potesse diventare una carriera. Inoltre, era un’idea così strana che non mi era neanche passata per la mente quando ho iniziato a pensare a una scelta di carriera. Questo finché non ho ceduto alla malattia che mi ha trascinata su un percorso di totale distruzione di massa, caos e nessuna diagnosi per oltre un decennio, che mi ha riportata all’arte, in modo da trovare un po’ di pace e conforto nel caos della mia vita. È sempre stata una cosa molto personale, ma una volta condivisa pubblicamente e dopo la mia prima mostra ho scoperto che ha aiutato gli altri a sentirsi legati, ha toccato delle vite. È stata una piacevole sorpresa capire come l’arte, anche quella più dark, può unire le persone in un nuovo linguaggio di scoperta del sé. Ho trovato la mia tribù.

As the story begins artistic Aunia Kahn?

I was tremendously creative like most children and creativity was an integral part of my formative years, however I abandoned the idea that creativity could be utilized in a career. Plus, it was such a foreign idea that it was not even a passing thought as I started to think about a career choice. It was not until I succumbed to an illness that took me down a path of total mass destruction, chaos and being undiagnosed with no answers for over a decade that drew me back into art so I could find some peace and solace in the chaos of my life circumstances. It’s always been very personal, yet once I shared it publicly and had my first exhibition I found that it helped others feel connected and touched lives. It was pleasantly surprising to learn about how art, even how really dark art can bring people together in a whole new language of self-discovery. I found my tribe.

Continua a leggere

L’arte contemplativa di Jeanie Tomanek


demetersearch

The art of Jeanie Tomanek is contemplative. You find yourself in created a world that does not exist on earth, a little sort of wonderland.
Welcome to the pagesof on Words Social Forum Website, Jeanie!

L’arte di Jeanie Tomanek è contemplativa. Ti ritrovi in un mondo che sulla terra non esiste, un piccolo paese delle meraviglie.
Benvenuta fra le pagine di Words Social Forum, Jeanie!

How did your career as an artist start, Jeanie Tomanek? Come é iniziata la tua carriera di artista, Jeanie?

I always drew and painted as a child. I took a few art classes as a young mother and would sometimes do a painting just for fun but not very often.

Da bambina dipingevo e disegnavo. Ho preso lezioni d’arte quando ero una giovane mamma e qualche volta -non molto spesso- dipingo solo per divertimento.

Continua a leggere

Intervista ad Alessandra Maria Peters – Interview with Alessandra Maria Peters


1

Eleganza è la prima parola che mi viene in mente guardando l’arte di Alessandra Maria, colpiscono e incantano. Felice di ospitarla nelle pagine di WSF.
Benvenuta Alessandra Maria!

Elegance is the first word that comes to mind looking at the art of Alessandra Maria, they affect and enchant. Happy to host it in the pages of WSF.
Welcome Alessandra Maria!

Hai sempre percepito che saresti diventata artista? Cos’è che ha fatto scattare in te la scintilla artistica?

Io non sapevo che sarei finita nel campo dell’arte già a vent’anni. Avevo sempre disegnato da bambina, e per tutta la mia adolescenza… Sono andata a Pratt con il presupposto che avrei ottenuto un buon lavoro come graphic designer, carriera che mi sembrava la scelta più pratica. Era un presupposto giovane e ingenuo.

Più tardi nella vita mi sono resa conto che ero molto decisa su quello che volevo fare, ed ho iniziato a realizzare che questo cercare di fare puramente e unicamente quello che mi piace, era la definizione stessa dell’essere un artista. Si è come insinuato dentro di me, perché chi è che crede davvero di poter scegliere una carriera simile? Io no di certo, e sono ancora un po’ stordita ogni giorno che mi è stato concesso finora.

Have you ever felt that you would become an artist? What’s that triggered the spark in you artistic?

I didn’t really know I would end up in art until I was in my 20s. I had always drawn as a kid, and later throughout my teenage years.. I went to Pratt with the assumption that I would get a good job doing graphic design, as that struck me as the most practical career choice. It was a young and naive assumption.
Later in life I realized that I was very specific about what I wanted to make, and began to realize that this pursuit of making purely and only what I love is the definition of being an artist. It sort of crept up on me, because who honestly believes they can pull this bizarre career off? I certainly didn’t, and I’m still a bit dazed every day that I’ve been blessed enough to so far.

Continua a leggere

Intervista all’artista messicana Erika Kuhn


La cura dei particolari, ecco l’arte di Erika Kuhn, riscoprire l’uso delle moleskine come punto di partenza di alcuni artisti.
Volevamo scoprirne di più e farvela conoscere, così le abbiamo fatto delle domande, lei ha risposto con la libertà che la contraddistingue, senza seguire il normale schema di un’intervista…Buona Lettura amici di WSF!

1

SEMBLANZA

Erika Kuhn nace en la ciudad de Toluca, Estado de México. Se graduó en la Licenciatura en Educación y en el 2007 se gradúa también como Licenciada en Artes Plásticas con la especialidad de Gráfica en grabado, en la Escuela de Bellas Artes de Toluca, obteniendo mención honorífica.
En el 2010 obtiene el grado de Maestra en Artes Visuales en la Escuela Nacional de Artes Plásticas UNAM, haciéndose acreedora a la Medalla Alfonso Caso, distinción otorgada al mérito Universitario por su tesis: “Fragmentos de una Cotidianidad. La Producción Artística como Estrategia para la Construcción de un Sujeto”.
Cuenta con cerca de 12 exposiciones colectivas y tres exposiciones individuales, una de ellas como ganadora del concurso “Arte Abierto, Arte para todos” que convoca el Museo Universitario Leopoldo Flores. Fue seleccionada en la segunda Bienal internacional Universitaria convocada por la UAEMéx. Ha obtenido diversas distinciones en concursos de dibujo y sus imágenes han sido publicadas en revistas y libros de distribución Nacional e internacional, así como también en blogs, artículos literarios, y revistas digitales. Actualmente labora como Docente y Asesor Metodológico en la Licenciatura de Artes Plásticas en la Escuela de Bellas Artes de Toluca, además de ser Productora Plástica desde 2005 a la fecha.

Profilo

Erika Kuhn, nasce a Toluca, Messico. Si laurea in Scienza dell’educazione e nel 2007 in Arte plastica, specializzandosi in grafica e video all’Accademia di belle Arti di Toluca, ottenendo menzione d’onore.
Nel 2010 ottiene la cattedra in Arti visive presso la Scuola nazionale di Arti Plastiche UNAM, accreditandosi la medaglia Alfonso Caso al merito universitario per la sua tesi “Frammenti di una quotidianità. La produzione artistica come strategia per la costruzione di un soggetto”.
Partecipante in 12 mostre collettive e 3 personali, di cui una come vincitrice del premio “Arte Aperta, Arte per tutti” organizzata dal museo Universitario Leopoldo flores. Selezionata alla seconda Biennale Internazionale Universitaria organizzata dalla UAEMéx.
Ha ottenuto diverse distinzioni in concorsi di disegno e molt suoilavori sono stati pubblicati in riviste e libri nazionali ed internazionali, ma anche su blogs, articoli letterari e riviste digitali.
Attualmente lavora come docente e assessore metodologico presso la facoltà di Arti plastiche presso la Scuola di Belle Arti di Toluca, prima di essere produttrice plastica dal 2005 ad oggi.

Continua a leggere