Inediti di Maria Grazia Insinga


ph Ariane Deschamps

ph Ariane Deschamps

***

Non è

Le vertigini nei capelli al monopolio della rosa
e l’onniveggenza che non è illuminava proprio niente.
L’ordine segreto disordinava tra cigli e ciglia
e ogni legge, come di consueto, avrebbe dovuto
schiantarci in un dirupo o di sonno.

*

OPHRYS

I ciglio

Nel giardino liquido
l’omino impiccato
benedice il vento

raffiche di ciglia
hanno ibridato l’aria

e tutto è in lacrime.

II ciglio

Nel giardino luteo al fracasso
di Ophrys e salvia clandestina
o alle spalle dove di case
il crollo dura giusto
una stazione e non scorgi
tra i cigli le voci da cogliere

le madreisole sacri corpi
del creato e oscenità
probe di invisibile
ci aggrediscono.

*

MEZZELUNE

I indizio

“Lascia almeno una sbavatura”
ma niente tra mezzelune e collo
niente. Solo il minuto esangue dall’anima
alla testa e danza attorno alla testa

il nemico danza attorno a sé. E un ciglio
è un ciglio: nulla da leggere nulla da dire.
Una civile decapitazione esangue.
Non meritate alcun lascito di indizi.

II indizio

Curve sulla nomenclatura nella gariga invisibile
il contingente di orchidee e tu madre di te
a te sorella innominata pane unico
unico corpo colonnare triboli schiene scoperte
alla passione dell’aria per grazia di caduta curve.

*

LISTE

I fame

eravamo più della somma
ora sottrarsi aggiunge
al digiuno una fame insaziabile

II fame

la lista lunga come la fame
allunga il passo e qui si frenetica
ciò che manca qui si frena e lei
arriva e arriva mille volte
reitera il sonno nel giardino dove
d’un tratto non poggi i piedi
sulle onde e brevi e lunghe forzata
a nuotare l’aria a non arrivare

*

SCHIANTI

I coordinata

l’albaspina dà il sud al tatto
e non ho altre coordinate
sto da qualche parte
nella fogna civile del dire
sto per uscirne ogni secondo
sto per uscirne in albaspina

II coordinata

la faggeta di vastità e orrore
l’invaso artificiale immerso
e il lago, la zona umida congiunge
cavalcavia o biforcazione
tra spazi sacri per nulla, salendo
alla destra la cima di albaspina
è siepe interpoderale di profumo

*

SPROLOQUI

I quadratura

Nella quadratura l’assoluto
non la sua storia nella sua storia
nella mia. Nel trucco dell’universalità
per via di lettere oscure non un trucco
qualunque ma la storia del sogno insognato
la fogna civile del dire senza assoluto senza corpo.

II quadratura

Impossibile differire
persino dalle carte fiorano
efelidi fioriscono a seppellirmi
e forano deserti di ammoniti
e svanita fuoriesco dal mio

dall’inizio, fuori tempo
godo del ritardo. Questa storia
dell’universalità per il tramite
del buio solo un trucco per dire
in anticipo di un buco.

*

VISIONE

I precipizio

In avanti l’accecamento
accadere a precipizio,cædere
prima o ritrarsi o è lo stesso
qui non c’è scritto niente.

II precipizio

Non conosce l’orlo
cade prima una
poi l’altra visione
se è ancora visione
se è ancora veggente

la rivoltosa sull’orlo
se è in tempo a ritrarsi
l’abbacinata a volgersi
qui non lo dice e dice volo
l’ostinata non dice e dice pesca.

***

NOTA BIOGRAFICA

Maria Grazia Insinga nasce in Sicilia il 20 aprile 1970. Dopo la laurea in Lettere moderne, il diploma in Conservatorio e in Accademia, l’attività concertistica e di perfezionamento, insegna nelle scuole secondarie. Nell’ambito degli studi musicologici censisce, trascrive e analizza i manoscritti musicali inediti del poeta Lucio Piccolo. Suona in un duo pianistico ed è docente di Pianoforte presso l’Istituto “Vittoria Colonna” a Vittoria (Ragusa). Nel 2014 la raccolta La porta meta fisica riceve la segnalazione al Premio Montano. Sempre nello stesso anno, con il sostegno dell’Assessorato alla Cultura di Capo d’Orlando, idea il Premio di poesia per i giovani “Basilio Reale” La Balena di ghiaccio giunto alla seconda edizione e presieduto da Emilio Isgrò. Da tre anni è membro della giuria del Premio Internazionale di Poesia Don Luigi di Liegro. Alcuni suoi testi si trovano nell’antologia Il rumore delle parole (Edilet), nel secondo volume dell’antologia Blanc de tanuque (Le voci della luna) e in vari blog e riviste online. Nel 2015 vince il concorso Opera prima, iniziativa editoriale a cura di Poesia2punto0 con la silloge Persica. Da quest’anno fa parte del Consiglio editoriale di Opera prima.

Annunci

3 pensieri su “Inediti di Maria Grazia Insinga

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...