WSF consiglia: libri e film al gelo


large

Ah, l’inverno! La stagione più cara agli introversi, i romantici e gli amanti del freddo è finalmente arrivata. E cosa c’è di meglio, per festeggiarla, che avvolgersi in un piumone e passare il tempo ad appassionarsi ad un bel film o un buon libro, magari con una buona tazza di tè? Un sacco di cose, direte voi, ma noi di WSF ci permettiamo di dissentire: e se siete anche solo un pizzico affini a noi passerete l’inverno in compagnia dei nostri saggi consigli.

Film

eternal-sunshine-of-the-spotless-mindSe mi lasci ti cancello 

Nonostante l’infelicissimo titolo italiano (quello originale, “Eternal sunshine of the spotless mind”, è un verso di una poesia di Alexander Pope citata nel film), questo è uno di quei film da non perdere assolutamente: ci racconta l’amore ormai finito fra Joel e Clementine attraverso i flashback di Joel che, grazie ad un particolare brevetto creato dalla misteriosa Lacuna Inc., ha deciso di cancellare Clementine dalla sua mente. È tutto a suo vantaggio, perché così potrà tornare a vivere come se nulla fosse accaduto. Man mano che il processo di cancellazione va avanti, però, e oltre ai brutti ricordi lui rivive anche quelli felici, capisce di aver commesso un terribile errore…
Il film, diretto dal visionario Michel Gondry e interpretato dai bravissimi Jim Carrey e Kate Winslet (che per la sua interpretazione fu anche nominata agli Oscar come Migliore Attrice), è assolutamente da vedere. Le sue atmosfere surreali fra la neve, il mare d’inverno e il lago ghiacciato su cui Joel e Clementine guardano le stelle, lo rendono un film invernale per eccellenza.

 

Shining 

Se amate i brividi (e non solo quelli di freddo!), vi consigliamo di approfittare dell’inverno per (ri)vedervi un classico targato Kubrick. “Shining” è una visione perfetta per l’inverno, mentre il freddo avanza sia fuori la vostra casa che fuori l’Overlook Hotel… sarete liberi di calarvi nella crescente follia di Jack Torrance godendovi sia la grande interpretazione di Jack Nicholson che il meraviglioso doppiaggio di Giancarlo Giannini, e vi rintanerete nella coperta mentre la neve, nel film, copre pian piano ogni cosa. Le spettacolari e inquietanti inquadrature simmetriche di Kubrick faranno il resto.

 

satoshi-kon-millennium-actressMillennium Actress 

In questo anime-capolavoro del compianto Satoshi Kon, regista e personaggio che vi consigliamo caldamente di approfondire, ripercorriamo le tappe della vita di un’attrice ormai anziana che si racconta per l’ultima volta davanti alle telecamere. Attraverso i suoi magici personaggi si snoda davanti a noi la storia del Giappone e quella personale dell’attrice, che si snodano in un connubio insieme tenero e geniale. Questo anime è meraviglioso, dolce, memorabile e mistico, da guardare tutto d’un fiato mentre la vita della protagonista cambia per sempre in un fatale incontro/scontro sulla neve.

 Una tomba per le lucciole

Kobe 1945, i due fratelli Seita e Setsuke fuggono dalle bombe americane cercando riparo dentro ad una grotta; dove grazie alla bravura del fratello maggiore i due riescono a sopravvivere alcune settimane. Liberamente tratto dal romanzo di Akiyuky Nosaka, riporta in scena l’epoca dello sgancio dell’atomica sulle città giapponesi. La fuga, la lotta continua per la sopravvivenza e gli stenti di una società ormai troppa uguale nella sua fase di ricostruzione. Una tomba per le lucciole é un film di animazione che anima di sentimento il corpo e gli occhi come tante lucciole, che di giorno, scompaiono.

Libri

Il-Signore-Degli-AnelliIl Signore degli Anelli

Perché no? Lo ammettiamo, le dimensioni della trilogia scoraggiano i lettori più accaniti… e poi, è raro mettere fra i consigli dei classici che, bene o male, sono conosciuti da tutti. Ma vogliamo suggerirvi lo stesso di provarci. Questo è IL libro invernale per eccellenza: le ore più piacevoli di quest’inverno possono essere proprio quelle in cui siete persi nella Terra di Mezzo mentre fuori casa imperversa la bufera, il tè si raffredda mentre siete troppo presi dalla storia per ricordarvi di berlo e il gatto ronfa beatamente sui vostri piedi. Molti potranno obiettare che, giustamente, ci sono dei bellissimi film tratti dal libro che possono essere estremamente godibili per l’inverno e che avremmo potuto inserire quelli nei consigli cinematografici; e nulla vi vieta, in effetti, di stare al caldo con una bella ciotola di pop corn caldi e guardarvi tutta la trilogia (anzi, siamo i primi ad approvare). Va detto però che, nonostante la trilogia cinematografica di Peter Jackson sia molto precisa, riuscire ad arrivare alla fine del libro è un’esperienza di impagabile soddisfazione; e poi, vi sorprenderete di quanti elementi siano stati omessi dal film per esigenze di tempo e budget; l’impresa potrà essere ardua ma credetemi, per questo inverno una lettura simile potrebbe essere davvero ideale.

i-fiumi-di-porporaI fiumi di porpora

Si tratta del secondo romanzo di Jean-Cristophe Grangé e, parere personale di chi scrive, uno dei più riusciti in assoluto. “I fiumi di porpora” è uno dei romanzi più avvincenti e intricati del ventesimo secolo, che regge bene il confronto del tempo anche di fronte ai lavori dei nuovi signori del thriller letterario. Arriverete al punto di non alzarvi dalla poltrona finché non è finito, e dopo aver sfogliato l’ultima pagina ne vorrete ancora. La narrazione incalzante, l’ottima traduzione italiana e l’ambientazione gelata del paese di montagna in cui è narrata vi accompagneranno per molte ore di grande lettura. Stra-consigliato.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...