Sotto l’ombrellone – WSF consiglia… #4


4

 

LETTURE

10563409_682888995112827_853518715_nARABAT

L’autore dei “libri di sangue” firma il primo episodio di un’ epopea ambientata nel magico mondo di Arabat. Candy Quackenbush, vive a Chickentown, una noiosa cittadina del Minnesota. La sua fuga da scuola e il successivo smarrimento nel bosco circostante daranno vita ad una serie di fantastiche avventure. Una lettura che raccoglie il testimone del Signore degli Anelli e le Cronache di Narnia. Da non perdere!

ITA01377_01LA FIGLIA DELLA LUNA

Il titolo originale dell’opera è “Moonchild” e venne compilato nel 1917 da Aleister Crowley, il noto occultista britannico di cui abbiamo già parlato in queste pagine di WSF (v. “Aleister Crowley, l’Hashish mistico della Bestia“).
Il racconto è basato su un’operazione magica della massima importanza che prevede la creazione di un “homuculus” e la sua incarnazione in un nascituro. Lisa La Giuffria, a causa di una naturale predisposizione, viene prescelta da Cyril Grey (una delle due personalità che rappresenta l’autore) come madre della bambina. Lisa, incosciente e ignorante del mondo magico, viene iniziata in modo veloce agli antichi misteri da Simon Iff (un’altro aspettodella personalità di Crowley) e dallo stesso Cyril, per divenire poi capace di accogliere la bambina. Il processo è abbastanza lungo e Crowley descrive in modo particolare le precauzioni che vanno prese in questi tipi di operazione magica e coglie l’occasione per spiegare anche alcuni errori eseguiti dai propri “nemici”.
L’edizione italiana è pubblicata dalle Edizioni ARKTOS, ed il testo è a cura di G. De Turris e S. Fusco.

10553424_664876026934235_2941386569904395790_nPRIMA CHE TU MI TRADISCA

Prima che tu mi tradisca, seconda fatica di Antonella Lattanzi.
La storia parte da una Bari nel pieno del secondo conflitto mondiale, di come una tragedia chimica muti tutto. Giovanni sette mesi, sopravvive indenne. Ma qualcosa di quelle morti atroci gli rimane dentro, danneggiando lui e la sua genìa: un’attrazione per il fuoco, per la crudeltà. E per il tradimento.
Cinquant’anni dopo Angela, figlia maggiore di Giovanni bella e amata da tutti, all’improvviso scompare, proprio nel giorno in cui Michela, sorella minore che vive sotto la sua ombra, sta andando a far l’amore per la prima volta – deve essere quel giorno, l’ha programmato da tanto.  Divisa tra rancore e la colpa di non riuscire, mentre la sua famiglia vive una tragedia senza precedenti, a pensare ad altro che alla sua prima volta, Michela comincia a sgretolarsi sotto i colpi di un feroce abbandono. Non perdonerà mai – né se stessa né sua sorella.

10565077_10204491797001668_5128606781899582210_nTOXIQUE

Estate del 1957: un’ Aston Martin e una camera sul nulla. Françoise Sagan annota tutto, un giorno dopo l’altro, insieme ai libri che avrebbe voluto scrivere. È un viaggio immaginifico, altamente tossico, sapientemente illustrato da Bernard Buffet.

“Toxique” di Françoise Sagan, Barbès Editore (2010)

VISIONI

10426668_662827683805736_8928851663721313005_nBYZANTHIUM
“Byzanthium”, un diverso neil jordan alla regia dopo intervista col vampiro, sempre il colore al centro, sempre persistente, ma si dava più forma e sostanza al rosso, come le cascate dell’isola dove un sucrit aveva il potere di trasformare gli umani in vampiri, due attrici già apprezzate, Saoirse Ronan e Gemma Arterton, al centro di questa splendida storia d’amore materno, un percorso di 200 anni, la cornice questa cittadina in riva al mare, da dove tutto era partito, così perennemente cupa ma terribilmente affascinante ed un protagonista maschile, conosciuto anch’esso per aver vestito i panni di Ian Curtis (Sam Riley).
Consigliatissimo per gli amanti del genere.

ASCOLTI

10570277_10204492007326926_9194113268764424940_nHORSES

“Horses”, Patti Smith (Arista, 1975)

Dalla storia del Punk e della New Wave ecco arrivare al galoppo – carico di Poesia, Rock’n’roll e canzone d’autore – “Horses” il disco che ha infiammato intere generazioni. Siete pronti a entrare nel Greenwich Village?

Cosa ne pensi dei nostri consigli? Tu cosa hai da consigliare?
Commentate!  

Se hai perso i consigli delle scorse settimane…
Sotto l’ombrellone #1
Sotto l’ombrellone #2
Sotto l’ombrellone #3

Annunci

Un pensiero su “Sotto l’ombrellone – WSF consiglia… #4

  1. Pingback: Sotto l’ombrellone – WSF consiglia… #5 | Words Social Forum

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...