Underground – Morte a Palermo


Rompe il silenzio della stanza all’improvviso un urlo lancinante
ruggisce di dolore la vedova carezzando la fronte del defunto
baciando le sue labbra bianche.

isteriche disperate invocazioni preghiere intercessioni e saluti

trema il ventre della grande madre conta vertebre ai suoi figli
scuote i muri dall’indifferenza
in pace e in guerra mani giunte al petto stringenti un rosario pronte a farsi
polvere.

morire è altra faccia della vita, fine di un futuro
inizio di un nuovo presente
osservare si fa terapia.

pagana fede sottile fatta di gesti
diventa teatro al sublimarsi di un rito
arcaico selvaggio forse unico
percorsi non lineari sfiorano l’assurdo

non è qui che si muore come tutti.

si muove il feretro fra due ali di folla plaudente
in segno di rispetto chiuse le imposte
drappi dai balconi sventolano neri al cielo
intonando tristi l’amaro addio.

“Réquiem ætérnam dona eis, Dómine,
 et lux perpétua lúceat eis”

requiescat in pace.

amen.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Francesco Faraci

Annunci

9 pensieri su “Underground – Morte a Palermo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...