Carlotta Nobile: angelo del violino.


Le nostre strade si erano incrociate su Splinder, bellissima piattaforma e prequel del social network più conosciuto, FaceBook.
Ci legava l’amore per la scrittura, la letteratura e soprattutto la musica.
Non ho mai avuto il piacere e l’onore d’incontrarla ed è qualcosa che stringe ancor di più il cuore, soprattutto per le tante parole che ci siamo dette negli anni da blogger.
Sapere della sua morte prematura e a soli 24 anni, nonostante la sua feroce lotta, per me e per chi l’amava, è stato un fulmine a ciel sereno, Lei era ed è davvero un angelo del violino.

Ciao Carlotta.

carlotta-nobile-2013-default

Carlotta Nobile è nata il 20/12/1988.
Violinista e laureata in storia dell’arte con 110 e lode, divide i suoi 24 anni fra attività concertistica in varie formazioni da camera e orchestrali e studi universitari storico-artistici arricchiti da esperienze di studio anche all’estero.
Ha cominciato giovanissima gli studi musicali e ha conseguito a 17 anni il Diploma di Violino in Conservatorio con il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore, sotto la guida del Maestro Massimo Bacci.
Ha frequentato i Corsi di Alto Perfezionamento in Violino presso l’Accademia Internazionale di Portogruaro tenuti dai Maestri Pavel Vernikov, Igor Volochine ed Olexandr Semchuk, organizzate dalla Fondazione Musicale “Santa Cecilia”, ed i Corsi di Perfezionamento in Violino del Maestro Vernikov presso la Scuola di Musica di Fiesole. Ha studiato anche a Londra con il Maestro Eugene Sarbu. Nell’estate 2011 ha frequentato il Corso di Perfezionamento in Violino del Maestro Pierre Amoyal presso l’Universität Mozarteum di Salisburgo.

È risultata vincitrice del Primo Premio assoluto in numerosi Concorsi Nazionali. È stata vincitrice assoluta del Premio Violinistico “F. Kreisler” di Matera (edizione 2006), il Diploma di “Distinguished Musician” all’International Ibla Grand Prize 2007 e la “Ernest Bloch Special Mention” all’International Ibla Grand Prize 2008. Nel maggio dello stesso anno ha ottenuto il Primo Premio assoluto al Concorso Nazionale “Città di Viterbo”, dove è stata premiata dal M° Beatrice Antonioni.

Per l’Accademia di Santa Cecilia e per l’Università “La Sapienza” di Roma ha eseguito in prima assoluta moderna presso il “MUSA” all’Auditorium Parco della Musica opere inedite per violino solo e per violino e pianoforte di compositori romani della scuola di Franz Liszt (E. Pinelli, L. Mancinelli), in duo con la pianista Cinzia Merlin. Ha poi eseguito i medesimi pezzi anche presso l’Istituto Franz Liszt di Bologna.

Ha partecipato in qualità di violino solo alla tournée nazionale dello spettacolo musico-teatrale “Carissimo Orco – omaggio a Giosuè Carducci”, organizzata dalla Titania Produzioni in collaborazione con il Ministero dei Beni Culturali, esibendosi in numerose città italiane (Roma, Milano, Sanremo, Napoli, Salerno, Avellino, Cosenza, Potenza, Bari, Agrigento, Palermo) ed eseguendo brani tratti dal repertorio per violino solo di Bach, Bloch, Paganini, Ysaye.
Sempre per la Titania Produzioni e nell’ambito dell’XI Settimana della Cultura organizzata dal MIBAC, nel 2009 ha partecipato in qualità di violino solo alla tournée dello spettacolo musico-teatrale “Estate a Donnafugata”, ispirato a “Il Gattopardo”, capolavoro di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, eseguendo musiche di Paganini, Bloch, Biber ed esibendosi nella prima esecuzione assoluta della “Fantasia Onirica” per violino solo del compositore Emanuele Cintura Torrente. Nei mesi di marzo/giugno 2010 ha infine partecipato, sempre per il MIBAC e la Titania Produzioni, alla tournée musico-teatrale dello spettacolo “Interviste Impossibili – Omaggio a Cavour”, in occasione del bicentenario della nascita, per la regia di Marta Bifano.

Sin da giovanissima ha suonato in varie formazioni da camera, esibendosi presso importanti istituzioni nazionali ed internazionali, fra cui: Universitāt Mozarteum di Salisburgo, Auditorium Parco della Musica di Roma, Istituto Storico Germanico di Roma, Istituto Franz Liszt di Bologna, Teatro Unione di Viterbo, Villa Nobel di Sanremo, Reggia di Caserta, Biblioteca di Via Senato a Milano, Palazzo Reale di Napoli, ecc.

Nel maggio 2010 è stata invitata ad esibirsi, in qualità di violino solo, nella performance artistica in occasione del vernissage della mostra d’arte contemporanea dal titolo Mutiny seemed a Probability, a cura di Adrienne Drake presso la Fondazione Giuliani di Roma.
È stata invitata come protagonista alla trasmissione “Alta Fedeltà” sul canale Sat 2000, eseguendo dal vivo “Les Furies” dalla II Sonata per Violino solo di E. Ysaye e per lo stesso canale ha registrato anche in duo con la pianista Kelly Lidiane Gallo. Da ottobre 2010 collabora con l’Associazione Massimo Freccia di Ladispoli (RM), esibendosi in numerosi concerti sia con l’orchestra da camera Medi@ensemble (spesso anche in qualità di violino solista) sia in varie formazioni da camera. E’ inoltre Maestro Tutor dell’Orchestra giovanile Massimo Freccia (OgMF).

Nell’ottobre 2012 è stato presentato il CD “Il pentagramma della memoria“, un progetto promosso dal Rotary Club e dalla Fondazione Carlo Levi di Roma, dedicato alla riscoperta di musiche ebraiche, nell’ambito del quale ha inciso con il pianista Marco Scolastra il Baal Shem (Vidui – Nigun – Simchas Torah) per violino e pianoforte di Ernest Bloch.

In seguito alla Laurea Triennale in Studi Storico-artistici, conseguita con il massimo dei voti e la lode, con una tesi in arte contemporanea sulla presenza di elementi e temi musicali nelle opere dell’artista proto-surrealista italiano Alberto Martini (Relatore: Prof.ssa Antonella Sbrilli), prosegue gli studi presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università “La Sapienza” di Roma, dove frequenta brillantemente il corso di Laurea Magistrale in Studi Storico-artistici.

Nel marzo 2011 è stata invitata presso la Pinacoteca Civica Alberto Martini di Oderzo (TV) come unica relatrice alla Conferenza La Musica in Alberto Martini: Viaggio attraverso colori e suoni, durante la quale, dopo aver eseguito alcuni brani tratti dal repertorio per Violino solo di J. S. Bach e E. Ysaye, ha illustrato gli esiti delle sue ricerche su tele martiniane mai precedentemente studiate, risalenti soprattutto alla fase proto-surrealista ed al soggiorno parigino dell’artista.

Nel 2009 ha frequentato gli Art History International Summer Courses presso la University of Cambridge, ottenendo il massimo dei voti (A) nella tesi finale dal titolo “From genre studies to royal portraits: realism and illusion in Velazquez’s art”, nell’ambito del corso “Spanish art: passion in life, passion in death” diretto dalla Professoressa Gail Turner. Nel 2010 ha frequentato il “Contemporary Art” Course presso il Sotheby’s Institute of Art di New York.

Nel 2011/12 ha frequentato il LUISS Master of Art, corso di alta formazione postlaurea di durata annuale organizzato all’interno del LUISS Creative Business Center diretto da Roberto Cotroneo, con la supervisione scientifica di Achille Bonito Oliva. Il Master si è concluso nel novembre 2012 con la mostra “CATARIFRANGENZE – Artisti a confronto“, (5 -28 novembre 2012 presso gli spazi del MACRO Testaccio, La Pelanda, Roma), curata dagli studenti del LMA in qualità di “curatore collettivo” in tutte le funzioni progettuali, culturali e organizzative: dal concept alla scelta di artisti e opere, l’allestimento, la comunicazione, sino alla preparazione del catalogo.

Ha frequentato il Corso FAD “Curatore Mostre” organizzato da ArteData, elaborando, come prova finale, un progetto di mostra sull’artista Silvana Maglione. Ha seguito due moduli della prima edizione del programma educational “The Next Stop – Management dell’Arte Contemporanea” e ha frequentato l’intera seconda edizione (da ottobre a dicembre 2010 al Palazzo delle Esposizioni di Roma).

Parallelamente agli impegni musicali ed universitari coltiva una grande passione per la scrittura e ha curato personalmente per due anni la rubrica musicale “Righe Sonore” sul portale multimediale interattivo http://www.ilquaderno.it . Scrive attualmente in maniera stabile sul quindicinale cartaceo Realtà Sannita e occasionalmente su alcune riviste d’arte online come ArteLab.com. Inoltre da maggio 2012 insieme ad alcune sue colleghe conosciute durante il LUISS Master of Art ha dato vita alla piattaforma Almost Curators, uno spazio dedicato all’arte contemporanea ed alle sue molteplici contaminazioni con la musica, il cinema, la moda, la fotografia, etc, nell’ambito del quale scrive periodicamente di svariate tematiche e cura personalmente la rubrica di approfondimento artistico-musicale dal titolo “Tutta un’altra musica”. Alcune sue poesie sono state pubblicate dalle case editrici “Aletti” e “Giulio Perrone” e nel dicembre 2008 è uscito il suo primo libro Il silenzio delle parole nascoste, edito da Aletti Editore. Il suo secondo libro, dal titolo Oxymoron, è stato pubblicato dall’Aracne Editrice a settembre 2012.

Parla perfettamente l’inglese e ha una buona conoscenza del francese.

Dal settembre 2010 è Direttore artistico dell’Orchestra da camera Accademia di Santa Sofia, per la programmazione concertistica triennale 2010-2013.

***

quello che resta è un velo di luce
un’orma lasciata fra l’acerbo annuvolarsi del tempo
l’amore appeso alle dita nell’imperversare della pioggia
questo esserci stati nella breve forma della carne

trascinare ora – la penna
muovendo passi nelle belle cose e schiette
larghi abbracci contaminanti
come un guscio immortale
nel suono rovescio
dell’imbrunire

lievi si dissolvono i passi
traditi dal tempo
lasciando orme di luce
intrecciate all´eco della tua voce

al tramonto del dolore
sorge una nuova alba
e le corde risuonano
mosse dal vento

Antonella Taravella & Mariagrazia Patania

un omaggio. piccolo. come un fiore. da due amiche.


Annunci

5 pensieri su “Carlotta Nobile: angelo del violino.

  1. Pingback: Carlotta Nobile: angelo del violino. | bumbi Media Press

  2. Grazie, grazie e ancora grazie per aver parlato di Carlotta. Leggere il suo blog e la sua pagina fb è un turbine di tenerezza, bellezza e dolore, un qualcosa che in un certo senso ti libera e fa guarire l’anima. Il cancro è un mostro sempre più presente nella vita di tutti, un male subdolo e silenzioso che rapprsenta la morte in vita. Parlarne è importante. Nei centri oncologici esistono salotti appositi per la terapia di gruppo che sono spesso deserti, poichè ancora si preferisce vivere e affrontare la malattia in maniera solitaria . Sono milioni le persone ammalate e se ne ammalano sempre di più. La terapia del dolore in questo senso può aiutare e Carlotta scrivendone ci ha regalato non solo una bellissima testimonianza di coraggio e orgoglio , ma anche un punto di riferimento perchè le persone colpite dal male o chi a loro vicine possano continuare a confrontarsi. ✿✿✿✿✿✿

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...